Giuseppe Savoca

L'infinito e il punto
Letture di poesia tra Ungaretti e Cattafi

Polinnia, vol. 24

2011, cm 17 x 24, 166 pp.

ISBN: 9788822261182

Add to «My wish list»
€ 22,00
 
  • About this book
  • Reviews (5)
  • Author
  • Extra (1)

This book is a study about poets (Ungaretti, Saba, Montale, Cattafi) and critics (Muscetta and Marchese) in the spirit of the themes underlying the hendiadys in the title. Analysis proceeds by interpreting texts often related to Pascal’s meditations on the concepts of infinite and spatial point, and to Leopardi’s Infinito. The basic perspective is European literature from Schleiermacher (the great Romantic theoretician of the finite and infinite) to Baudelaire’s «aspiration towards the infinite».

Giuseppe Savoca
Giuseppe Savoca, professore emerito a Catania, ha pubblicato monografie e studi sul Settecento, Leopardi, Parini, Verga, Tozzi, Gozzano, Svevo, Palazzeschi, Montale, Ungaretti, Rebora, Saba, e altri. L’approfondimento dei problemi ermeneutici in direzione linguistica e filologica lo ha portato all’elaborazione di un originale modello di concordanza computerizzata (a suo nome presso Olschki, nella collana «Strumenti di Lessicografia Letteraria Italiana» da lui fondata, sono uscite una trentina di concordanze, comprese quelle delle poesie e traduzioni ungarettiane, alle quali si affianca un Vocabolario della poesia italiana del Novecento, Zanichelli, 1995). Per Olschki dirige inoltre «Polinnia» in cui ha pubblicato, tra l’altro, l’edizione critica del Canzoniere di Petrarca.
(luglio 2019)