Arnaldo Di Benedetto

Fra Germania e Italia
Studi e flashes letterari

Con una breve appendice su Alfieri a Londra e Alfieri e la Francia

2008, cm 17 x 24, viii-198 pp. con 4 figg. n.t.

ISBN: 9788822257123

Add to «My wish list»
€ 24,00
 
  • About this book
  • Reviews (1)
  • Author
  • Extra (1)

This book covers major authors and highlights of past and existing cultural literary relationships between Germany (in the broad sense as German speaking countries) and Italy between the 19th and 20th century. Themes presented are: the enormous success Gozzi achieved in Germany with his theatrical fairy tales, authors such as Alfieri, Schiller, Heine, the mutual esteem between Croce and Mann. Two essays on the works of important South Tirol novelists and artists conclude the book.

Arnaldo Di Benedetto
Arnaldo Di Benedetto, nato in Alto Adige, ha studiato presso l’Università Statale di Milano e la Scuola Normale di Pisa. È docente di Letteratura Italiana all’Università degli Studi di Torino. Studioso del Rinascimento italiano e di autori del XVIII, XIX e XX secolo, tra le sue recenti pubblicazioni si citano qui: Poesia e comportamento. Da Lorenzo il Magnifico a Campanella (Alessandria, 20062); Sekundärliteratur. Critici, eruditi, letterati (Firenze, 2005); Tra Rinascimento e Barocco. Dal petrarchismo a Torquato Tasso, Firenze, 2007. Presso la Casa editrice Olschki ha pubblicato Il Dandy e il sublime. Nuovi studi su Vittorio Alfieri (2003). È direttore responsabile del «Giornale storico della letteratura italiana». È socio nazionale dell’Accademia dell’Arcadia, e socio corrispondente dell’Accademia delle Scienze di Torino e dell’Ateneo di Scienze Lettere e Arti di Bergamo. È membro del consiglio direttivo della Fondazione Centro Nazionale di Studi Manzoniani di Milano. Per undici anni è stato presidente del Centro Nazionale di Studi Alfieriani. Nel 2002 gli è stato conferito il Premio «Corrado Alvaro» per la saggistica; nel 2003, il premio «Messori Roncaglia e Mari» dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Nel 2007 l’Università di Atene gli ha conferito la laurea honoris causa.