Amelio Fara

Napoleone architetto nelle città della guerra in Italia

2006, cm 21,5 x 32, x-352 pp. con 220 ill. f.t. di cui 29 a colori. Rilegato (Hardcover).

ISBN: 9788822255815

Add to «My wish list»
€ 158,00
 
  • About this book
  • Reviews (7)
  • Author
  • Extra (2)

The first part deals with the contraposition, which emerged at the end of the 18th century, between the utopia of the unfortified town, imagined by Wolfgang Goethe, and the towns of Napoleon, inserted into the urban-territorial-defensive organization of the camp retranché. The latter – described in the second part – are placed along the coast in Venice, Ancona, Taranto, Portoferraio, Piombino, Livorno, Genova, Spezia; moreover in Alessandria, Pizzighettone Gera, Rocca d’Anfo, Peschiera, Mantova, Porto Legnago, Palmanova, Osoppo.

Amelio Fara
Amelio Fara, ingegnere e architetto, allievo di Cesare Brandi, è uno dei massimi studiosi europei di architettura militare dell’età moderna. Tra i lavori editi dalla Casa Editrice Olschki: Bernardo Buontalenti e Firenze. Architettura e disegno dal 1576 al 1607, Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, LXXXII (1998); Leonardo a Piombino e l’idea della città moderna tra Quattro e Cinquecento, a cura di, (1999); Napoleone architetto nelle città della guerra in Italia (2006); L’arte vinse la natura. Buontalenti e il disegno di architettura da Michelangelo a Guarini (2010); Luigi Federico Menabrea 1809-1896. Scienza, ingegneria e architettura militare dal Regno di Sardegna al Regno d’Italia (2011).
(gennaio 2014)