Zeffiro Ciuffoletti

Parigi-Firenze 1789-1794
I dispacci del residente toscano nella capitale francese al governo granducale

1990, cm 17 x 24, ii-302 pp.

ISBN: 9788822237507

Add to «My wish list»
€ 48,00
 
  • About this book
  • Author
  • Extra (1)

La pubblicazione del carteggio diplomatico di Francesco Favi, segretario della Legazione toscana a Parigi durante tutto il periodo della rivoluzione, costituisce un contributo di rilievo alla conoscenza delle fonti diplomatiche italiane sulla rivoluzione francese. L'interesse che questo volume suscita risiede nel fatto che sono messi a disposizione degli studiosi e del pubblico documenti finora poco studiati se non addirittura inediti.
Le carte del Favi presentano gli eventi secondo un'ottica politica scaltrita, attenta e generalmente bene informata secondo una tradizione tipica della cultura diplomatica dei piccoli stati italiani. Il volume si apre con un'ampia introduzione nella quale l'autore, seguendo Francesco Favi dagli anni della sua formazione giovanile all'arrivo a Parigi, dalle discussioni 'illuminate' degli anni Ottanta al grande disinganno del decennio successivo, offre una chiara e puntuale lettura di quel periodo cruciale.
L'edizione di questo carteggio (181 fra lettere e dispacci), abbracciando quasi tutti gli avvenimenti più importanti della rivoluzione dal 1789 al 1794 - quando il diplomatico toscano fu costretto a lasciare precipitosamente Parigi per rientrare a Firenze - rappresenta un modo non effimero per ricordare il bicentenario della «Grande Rivoluzione».

Zeffiro Ciuffoletti
Zeffiro Ciuffoletti è docente di storia del Risorgimento e di storia contemporanea alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze. È vicepresidente della Società Toscana per la Storia del Risorgimento. Si occupa da molti anni di storia dell’agricoltura e in particolare di storia dell’agricoltura toscana su cui ha pubblicato vari saggi e volumi. È membro dell’Accademia dei Georgofili e del comitato scientifico della «Rivista di Storia dell’Agricoltura». Ha fatto parte del comitato scientifico dell’Opera dedicata alla Storia dell’agricoltura italiana dell’Accademia dei Georgofili, di cui ha curato il terzo volume (Firenze, 2002). Recentemente ha pubblicato un saggio sul vino in Toscana nel volume Storia della vite e del vino in Italia. Toscana (Firenze, 2007).